Un futuro radioso e splendido vi attende


L’intelligenza Universale infonde nella coscienza umana sublimi principi evolutivi per liberare l’uomo dalle pesanti zavorre della materia. Solo così è possibile procedere nel viaggio di ritorno alla Luce Suprema ricolmi della realizzazione interiore per divenire parte operante del perfetto Costrutto Cosmico.

La luce del Padre rivela agli uomini il prossimo futuro della Terra descrivendo le meraviglie che ci attendono. Grande è il conforto delle sue parole; da esse si può già scorgere l’alba della Nuova Realtà che attende di manifestarsi secondo i piani cosmici.
La Coscienza Universale istruisce gli uomini, desti nello spirito, a vivere questo tempo senza distogliere lo sguardo dallo scopo dell’esistenza e a sostenere, con amore, il pesante carico di prove alimentato dal processo di purificazione in pieno svolgimento.
Un futuro radioso attende intrepido coloro che vivono già oggi gli elevati ed eterni valori universali: per loro si realizzerà il Nuovo Cielo e la Nuova Terra.


Figliuoli diletti, amate creature ascoltatemi, volgete a Me il vostro sguardo la vostra mente e il vostro cuore perché Io vi amo veramente. La mia grazia scende nei vostri cuori come rugiada celeste, balsamo per i vostri spiriti, carezza per le vostre anime e vigore per le vostre umane esistenze.

Figli, voi vivete in Me, voi esistete per Me!

Il mio amore per voi non conosce riposo, e questa radianza di infinito bene parla di Me, della maestosa opera che, in ogni attimo d’eternità, manifesto con divina gioia e amore sempre nuovo.
Imparate ad accogliere la mia volontà per il vostro bene supremo, e per quello di tutte le altre creature con le quali condividete il vostro cammino, nella perennità del mio esistere.

Questo è il tempo che ho scelto per manifestare la mia volontà per il rinnovamento del mondo e della vostra Umanità.
La missione del vostro spirito, avvolto temporaneamente in un corpo fisico è quella di educarsi, migliorando, nel tempo e nella dimensione in cui esiste, sempre più.
La Terra è la vostra scuola, dove lo spirito forgia la sua essenza attraverso le esperienze della carne.
In questo movimento esistenziale avete delle responsabilità e dei doveri verso Me, verso voi stessi, verso le altre creature e verso i vostri simili.

A Me, che sono la vostra origine, la vostra mèta finale e il vostro compimento, spetta gratitudine, riverenza, rispetto, amore e la vostra filiale e affettuosa adorazione; non certo l’indegna paura che vi hanno insegnato a nutrire imponendovi un Dio immaginario che incute timore. Questo aspetto esiste solo nella mente contorta di coloro che hanno fatto di Me una realtà a loro immagine.

Il dovere verso voi stessi è quello di sviluppare la purezza nel pensiero e nell’azione, per poter finalmente occupare degnamente il vostro regale ruolo nella mia splendida Creazione.
Il dovere verso le altre mie creature, appartenenti ai regni della natura, che come voi condividono l’esistenza sul vostro incantevole mondo, è quello di aiutarle a crescere e a evolvere, di accompagnarle e sorreggerle sempre con il vostro amore, il rispetto e la compassione: qualità benefiche e caritative che favoriscono il superamento delle difficoltà che il progresso evolutivo impone a ogni essere in trasformazione.

Il dovere verso il vostro prossimo è quello di sviluppare vera carità, ovvero amore divino, tolleranza per le opinioni divergenti, interpretazione benevola di parole che conducono verso il sospetto e il dubbio, cortesia nelle relazioni, prontezza nell’aiuto senza nutrire alcun desiderio di compenso, amabilità, gentilezza nei comportamenti e negli atteggiamenti, pazienza anche per gli ingiusti giudizi, onestà, integrità di scopi, bontà, tolleranza per le cose spiacevoli, misericordia, pietà, tenerezza di cuore, rispetto per i diritti dei deboli e degli infelici, e vera compassione.

Ecco figliuoli, queste sono quelle meravigliose qualità affini a ciò che l’incarnazione del mio luminoso amore ha praticato e insegnato nel suo breve passaggio nel vostro mondo.
Siate carità a sua immagine, e amore attivo nella vostra sfera di evoluzione e di prova. Questa è l’eredità che la venuta al mondo dell’amore più grande ha infuso nei cuori di coloro che lo hanno riconosciuto e accolto.
La divina bellezza dell’universo manifestato è per voi, amate creature! Ogni fiore e ogni filo d’erba, come ogni goccia di rugiada e ogni mare sono la manifestazione del mio pensiero creativo.
Non esiste cosa nell’infinito universo che non proceda dalla mia bontà. Beati sono quei figli che ripongono in Me la loro fiducia: da questo movimento di fede ricevono sostegno, serenità e pace infinita.

Oggi, a differenza di un tempo in cui predominava l’ignoranza, finalmente mi accogliete come un Padre amorevole, ma è necessario distruggere, dai vostri ragionamenti e dalla vostra fede erronea, ciò che ancora rimane di quanto è stato pronunciato dalle religioni sulla natura di un Dio inesorabile, sanguinario, condottiero di eserciti, protettore e guida di un solo popolo eletto.

Il Dio dell’ira, della dannazione eterna, della collera e della guerra non è mai esistito e mai esisterà. Io sono un Padre amorevole che non odia, non è geloso, non condanna, non distrugge, non patteggia con nessuno, non chiede sacrificio, ma misericordia. Io sono colui che non vive nelle favole finora sostenute dalle teologie umane a scapito della Verità Celeste, che libera le anime dal giogo dell’illusione, dell’ignoranza e della paura.

Le vostre guide spirituali, a capo delle maggiori religioni, presumono erroneamente che la mia rettitudine sia incompatibile con il mio amore di padre; se così fosse significherebbe mancanza di unità nella mia natura. E questo non è assolutamente possibile poiché Io sono l’Uno dove il Tutto esiste.

Per mia concessione già siete salvi in quanto partoriti dalla mia luce! Io non condanno e non salvo nessuno dei miei figli, questo è un compito che spetta a loro; e anche se le vostre anime fossero ricoperte da montagne di malvagità, cattiverie e iniquità, se lo voleste, io vi aspetterei sempre a braccia aperte, accogliendovi come coloro che si erano persi, ma che sono tornati a Me rispettando le mie leggi perfette per godere dei miei beni infiniti.

Colui che sulla Terra ha incarnato il mio amore non è si è immolato per estinguere, con il suo sacrificio, il vecchio debito; egli accettò la sofferenza, la negazione del vostro amore, il supplizio nella carne per aiutarvi a comprendere che ognuno di voi mi è figlio e che il mio Celeste Regno è destinato a tutti coloro che lo desiderano.
Io sono il Dio Amore. Aborrisco l’errore, ma continuo ad amare chi lo commette e neppure innanzi alla malvagità più pura posso mutare la mia natura e mostrarmi collerico, vendicativo, giustiziere e iracondo. La mia infinita bontà non esclude niente e nessuno dal mio bene assoluto.
Quando comprenderete in profondità la mia natura, sarete parte cosciente del mio illimitato amore.

Figli, la suprema magnificenza si manifesta nella realtà di ogni cosa partorita dal mio infinito essere; Io non mi nascondo, la mia bellezza ricopre ogni cosa: ed è così in alto come in basso, nel finito e nell’infinito, nell’oscurità e nella luce.
È mia facoltà essere contemporaneamente presente ovunque, in tutti i regni e in tutta la mia Creazione: solo Io posso essere nello stesso istante in una infinità di luoghi.
Io sono l’Eterno Presente, e in questa partecipazione abito con tutta la mia gloria e la mia maestà; ed è in questo eterno presente che si muovono le mie creature con il loro passato, il loro presente e il loro futuro, nel cerchio infinito dell’eterna esistenza.

Senza di Me l’universo, manifestazione del mio pensiero, sarebbe senza presente.
La mia perfezione si trova in tutte le cose, nella luce delle infinite stelle, nell’istinto degli animali, nella ricerca dell’ape laboriosa, nella limpidezza delle acque, in ogni sospiro del vento, in ogni scintilla di fuoco, come nel respiro di ogni essere vivente.
Io ho programmato la trasformazione di ogni cosa sin dal principio di Tutto; ciò che si manifesta ai vostri occhi è perfetto e non necessita di miglioramenti o correzioni. Tutto è stato, è, e sarà in armonia con l’attimo presente. I miei piani e le mie leggi sono perfetti perché Io sono in loro.

La giustizia che ho impresso nelle grandi Leggi Universali, da Me create per il divenire armonico di ogni cosa, si fonda sulla sapienza e sulla misericordia. È la mia infinita sapienza che determina la misura di giustizia e misericordia che spetta a ogni creatura dotata di intelligenza.
Chi commette errori e si identifica con essi può modificare la mia azione di giustizia, ma sappiate che nella Creazione sono ben pochi coloro che scelgono l’odio e il male.

Nell’infinita manifestazione del mio Essere vi sono entità progredite attraverso le esperienze della materia, che hanno raggiunto un alto livello di coscienza spirituale, ma che hanno scelto di perseverare nei loro errori. Per questo, pur mantenendo la loro luce, esse vivono nella solitudine, in attesa di giudicare se stesse, dominate dal proprio orgoglio, dalla propria superbia e dalla loro vanità, in disaccordo con le mie perfette leggi.
Se non si ravvedranno, se non distruggeranno alla radice la loro ribellione, se non torneranno in accordo con il mio governo si annienteranno da sole: questo è l’unico castigo che pesa sui miei figli ribelli. La loro essenza non scomparirà, ma sarà trasformata e andrà a far parte dell’esperienza evolutiva dell’universo. Nella mia natura niente è fermo, nulla si distrugge veramente, tutto muta e si trasforma dando continuità e potenza al mio essere infinito.

Una creatura mortale, che si muove in un tempo e in uno spazio ben definito, come la dimensione in cui si esprime la vostra Umanità, si estinguerebbe se continuasse a trasgredire le regole della vita che la mia perfetta sapienza ha stabilito: nella vastità dei miei domini questo è già accaduto e continua ad accadere.
Ma voi, figli miei, animati di buona volontà, voi che accogliete la mia parola e cercate di viverla, non temete, poiché è la vostra stessa imperfezione che vi assicura protezione dalla grande malvagità. I vostri errori sono sempre la conseguenza del pesante carico materiale che sopportate: Io lo so, ed è per questo che la mia bontà alleggerisce il vostro peso attraverso la Divina Misericordia.

Io solo conosco le ragioni del mio esistere e quelle di ogni mia creatura. Il male, l’iniquità, l’errore fanno parte anch’essi del mio progetto: il male permane e cresce in ragione della mia misericordiosa tolleranza, necessaria alle creature dotate di volontà per giungere, attraverso le esperienze della vita, là dove regna ciò che è equo, giusto e perfetto! È sempre la mia volontà e il mio infinito amore che permettono ad ogni creatura intelligente di giudicare se stessa.

La mia misericordia nasce dalla mia conoscenza e dalla mia infinita saggezza: chi non riconosce e non comprende i difetti e le debolezze dei suoi simili non conosce in verità la misericordia: essa procede di eternità in eternità. Io sono il Padre che esercita la bontà: non affliggo né procuro dolore ai miei figli perché sono il Dio della misericordia e di ogni consolazione.
Il mio amore vi accompagna di era in era: per tutto il tempo della vostra crescita evolutiva.
Lasciate a Me, mettete nelle mie mani le vostre inquietudini; solo Io vi conosco veramente poiché vivo nella vostra eternità. Io vi amo e non vi condanno! Siete voi che, quando volontariamente commettete errori trasgredendo le mie leggi, attirate la necessaria purificazione .
Voi, figli miei, dovete somigliarmi e praticare la virtù della misericordia, conoscendo e amando i vostri simili: solo chi conosce comprende, e solo chi comprende ama veramente.

Imparate dunque a unire la giustizia alla misericordia, per poter giungere infine all’equità.
La misericordia genera sempre amore e bontà. Io sono infinitamente buono perché infinita è la mia misericordia. Essa non viola la legge della giustizia, ma è una comprensiva interpretazione di questa virtù quando viene applicata con equità, ovvero con imparzialità, temprata da umana e indulgente considerazione. La misericordia è una espressione dell’amore.
Figli, non dimenticate mai che Io creo ogni cosa perché amo! E il mio amore supera ogni vostra immaginazione: questa è la mia perenne azione nell’universo.
Niente può essere aggiunto o tolto alla mia compiuta opera che eterna nei secoli. Chi mai potrebbe aggiungere qualcosa alla generosità della natura, al germogliare di un seme, all’occhio vigile degli animali, all’invecchiamento dei mortali? Chi potrebbe aggiungere qualcosa alla perfezione da Me pensata nelle orbite celesti?

Ogni cosa nata dal mio progetto permane in eterno: i cambiamenti da voi percepibili nel movimento della vita sono solo illusioni della vostra mente limitata. I miei progetti sono fissi, immutabili, le mie azioni infallibili sempre centrate e collegate alla mia divina essenza. Non potete ancora intuire la perfezione della divinità, e per la regola da Me imposta nella vostra dimensione, il vostro spirito ignora la sua autentica provenienza e la sua luminosa essenza, dimentico della mèta da raggiungere.
Voi siete ora quella goccia che sta rientrando nel mare infinito della mia natura, e finché vivrete separati da Me non potrete concepire, in voi, i miei divini scopi, ma verrà un giorno in cui sarete in grado di racchiudere nel vostro sguardo la luce di un’intera galassia.
Nello scorrere delle ere, nel vostro viaggio di ritorno, gradualmente, vi concederò di scoprire e condividere questa perfezione di cui già siete parte attiva, anche se in forma incosciente.
I miei vasti domini sono colmati della mia presenza e anche se non potete scoprire i miei prodigiosi disegni, di tanto in tanto la mia misericordia vi concede di ricevere le rivelazioni necessarie ad incoraggiarvi e illuminarvi, per meglio procedere verso il mio amore infinito, in cui un giorno vi fonderete per godere della mia smisurata gioia.
In questo tempo dove regna il caos, il disordine e la paura, Io vi chiedo di essere l‘estensione del mio sublime amore. Figli, siate luce riflessa della mia divina misericordia e siate amore sia nel pensiero che nell’azione.
Amate senza riserve, non escludete nessuno dal vostro amore! Io non faccio differenza tra i giusti e gli empi: il mio sole sorge ogni giorno per tutti, buoni e cattivi, così come la pioggia scende sui ricchi e sui poveri, sui puri e sugli impuri.

Io vi amo per voi stessi, per quello che siete e per come siete! Imparate a somigliarmi.
Nel mio amore non vi sono mediatori, né vincoli, né condizioni. Vi ho già dato le prove più grandi del mio amore divino. Vi ho donato la mia essenza, permettendo al mio amore di prendere carne e sangue, e di vivere tra voi, come uno di voi.

Dalla mia incarnazione nella forma d’uomo, più nessuno può ritenersi ingannato o essere all’oscuro delle mie volontà celesti. Il Cristo vi permise di conoscere, con amore incomparabile, la Verità sulla vostra natura divina.
Al posto della fredda legge priva d’amore egli rivelò la verità sulla mia amorevole natura, sostituì la vecchia fede basata sul conformismo, con la libera scelta del cuore; e infine vi rivelò che ognuno di voi mi è figlio, destinato a partecipare alla mia incommensurabile opera d’amore, facendo così parte del mio regno celeste.

Il futuro che vi attende in quanto miei figli, è un futuro radioso e splendido. Il nuovo tempo che verrà sarà colmo di amore, pace e giustizia. Vivete nella ferma speranza del suo prossimo avvento.

Adesso siete chiamati a servire l’amore, non isolandovi come eremiti che vivono nella solitudine delle alte montagne; Io vi chiamo a servirmi tra gli uomini, nelle loro miserie, nelle loro urgenze, nei loro dolori e nelle loro necessità.
È quando vi predisponete a rinunciare a voi stessi che servite veramente la causa dell’amore mio, che invita a lavorare coraggiosamente per diffondere, attraverso azioni concrete, il grande messaggio della fratellanza: solo così vi renderete degni di far parte del mio regno.
Cercate di fare la mia volontà e tutto il resto vi verrà dato in aggiunta dalla mia infinita provvidenza.

Quando le umane forze vi abbandonano, quando tutto appare oscuro e vuoto di speranza, quando le vostre cadute vi affondano nel fango delle vostre miserie, quando le azioni o le parole degli altri feriscono la vostra anima, quando più niente di questo mondo vi attira, quando la solitudine vi incatena alla tristezza allora levate il vostro sguardo a Me, cercatemi, invitatemi in voi ed Io verrò come sempre in vostro aiuto.

Figli adorati, confidate in Me e desiderate che la mia volontà possa compiersi nella vostra vita per il vostro supremo e unico Bene.
Io sono il Dio dell’amore! Figli, nessuna cosa può ferirmi, confidate e sperate in Me e il mio bene colmerà le vostre esistenze; la mia mano asciugherà ogni lacrima per permettere al sorriso di illuminare ancora i vostri occhi, e per infondere nuova fiducia nel vostro spirito.

La mia benedizione discenda su di voi e la mia luce vi avvolga di infinito bene e di rinnovata grazia celeste.

Dalla Suprema Coscienza dell’Universo tramite Giuliano Falciani.

Venerdì 3 dicembre 2021 ore 17,45

Condividi questo post

X