Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Quarta Dimensione N. 2 / 2021

Anche se spesso lo dimentichiamo la Terra, come tutti gli altri pianeti, vive immersa in un cosmo infinito che, nonostante la nostra cecità, pullula di vita in ogni sua parte. Il contatto con i popoli stellari è sempre avvenuto nel corso della storia dell’Umanità anche se con modalità diverse. Data la nostra ignoranza, arretratezza e suscettibilità le civiltà evolute dello spazio hanno sempre dovuto adottare gli opportuni accorgimenti e la necessaria delicatezza per avvicinarsi al nostro mondo e ai suoi abitanti.
In questo numero passiamo in rassegna importanti esperienze di contatto che possono rovesciare la nostra mentalità ed aprire per noi un varco verso l’infinità dell’universo.
I resoconti degli astronauti che hanno partecipato alle prime missioni spaziali sono un punto di partenza decisamente importante per iniziare a capire che siamo stati sempre accompagnati dalla presenza discreta di civiltà che operano per il nostro risveglio e per integrare un giorno la Terra nella grande famiglia dei popoli pacifici e prosperi che viaggiano nell’universo.
Giuliano Falciani ci accompagna alla scoperta di messaggi extraterrestri molto evoluti ricevuti nel secolo scorso dal contattato Eugenio Siragusa: la conoscenza trasmessa in queste comunicazioni è stupefacente. Se fosse stata opportunamente elaborata ed applicata nella società avrebbe decisamente cambiato il mondo da molto tempo. Anche il messaggio di George Adamski chiarisce accuratamente la condizione della nostra Umanità fornendo indicazioni (già negli anni Cinquanta) da seguire per uscire dal nostro penoso e pregiudizievole isolamento cosmico. Il recente messaggio “L’uomo e lo spazio” proveniente dalla Confederazione dei Pianeti Evoluti completa il quadro di questo contatto cosmico con cui gli esseri che vivono nello spazio esterno si adoperano costantemente per prepararci al grande passaggio dimensionale che stiamo già vivendo.
Marco Granati ci parla con profondità e passione de “L’arte di vivere dello Zen” chiarendo il senso reale di questa filosofia, mentre Marina Ciccolella con il suo articolo “Ordine e confusione” cerca di aiutare a comprendere meglio i difficili tempi che viviamo.
Infine il messaggio profetico di Peter Deunov offre una magnifica sintesi degli eventi che attendono il nostro mondo e descrive i cambiamenti necessari che dovranno accadere affinché la Terra abbracci finalmente la Nuova Era.
Un numero di “Quarta Dimensione” ricco e profondo, carico di una consapevolezza capace di elevare la nostra coscienza oltre il limite di ciò che crediamo possa essere possibile.
Buona lettura.

Gianni Barnaba

SOMMARIO

  • Astronauti e UFO – Le esperienze dirette durante le missioni spaziali;
  • 21 Luglio 1969 – Sulla Luna gli astronauti non erano soli;
  • Buzz Aldrin – La macchina della verità conferma che ho visto un UFO;
  • Gordon Cooper – Intervista di Michael Hesemann;
  • Neil Armtrong conosceva molte cose sugli UFO;
  • Come in Terra così in Cielo – Giuliano Falciani;
  • La realtà operativa Extraterrestre sulla Terra – Eugenio Siragusa;
  • Televisione spazzatura – Lettera di un insegnante;
  • L’Uomo e lo spazio – Messaggio dalla Confederazione dei Pianeti Evoluti;
  • L’arte di vivere dello Zen – Marco Granati;
  • Chernobyl – Si riaccende il reattore esploso 35 anni fa;
  • George Adamski – I fratelli del Cosmo mi hanno detto;
  • Il Sistema Solare – Verso un nuovo anno cosmico;
  • Peter Deunov – Visioni sul futuro dell’Umanità;
  • Ordine e confusione – Marina Ciccolella;

 

Quarta Dimensione N.2/2021

Sfoglia la rivista

 

CLICCA QUI
per richiedere “Quarta Dimensione” e riceverla direttamente a casa tua
X