Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Quando non sarò più in vita tornerò a visitarvi…

Eugenio Header

“Quando non sarò più in vita tornerò a visitarvi”

Durante le conferenze che tengo in molte città italiane, mi capita spesso di trovare persone buone, umili, veramente collegate alla frequenza divina dell’amore, del servizio, io considero queste persone delle consolazioni celesti che il cielo ci dona per sostenere il nostro lavoro.
Eugenio spesso ci diceva che il cielo non lesina la sua consolazione ai suoi figli. E’ proprio vero, lo ammetto ed è meraviglioso il piano celeste, così perfetto, così giusto, così logico, anche se a volte ci vuole tempo per credere che sia così.
Tra le tante consolazioni mi sono arrivati alcuni messaggi da Eugenio, alcuni molto personali altri condivisibili che io ritengo affidabili e veritieri per questo vorrei ricordare Eugenio con questa comunicazione inviata proprio da lui il 24 Aprile di questo anno. E’ un messaggio di speranza e un richiamo per tutti coloro che sono legati in questo tempo alla sua opera.
Invito tutti a cogliere il vero significato di questa comunicazione e a non arroccarsi su convinzioni e giudizi inutili per il processo evolutivo. Spesso incontro Eugenio, nelle mie personali esperienze, e sono certo che il suo conforto e la sua consolazione non mancheranno mai ne a me né a tutti coloro che lo amano continuando a far vivere i suoi principi, i suoi messaggi e la sua moralità nella propria vita.

Messaggio canalizzato di Eugenio Siragusa
Quando l’energia che scorre ti travolge come ora, quando molto succede, tu ascoltala… preme e annienta, se non è espressa, è corrente cosmica, non puoi, né devi trattenerla, è elettro-magnetismo… crea difficoltà nelle funzioni fisiologiche. Ti interroghi e ti sorprende che non ti sia ancora data risposta: questa è la risposta che da me ti viene.

Hai letto il mio messaggio che viene dall’Unità assoluta, da diffondere a uomini, i più insensibili e “ignoranti” delle leggi cosmiche che, più o meno, vi toccano.

Hai saputo altresì, ma già dovresti conoscere, che ormai parecchi vivono in sé queste leggi, le osservano, le esercitano per volere superiore, come a me è stato dato in vita…, come voi Incaricati state facendo ora – molti incoscientemente -.
Ma lo fate per essere stati scelti per questa vita, ma già in altre operavate, o siete stati addestrati al compito che ora si palesa: in un tempo cruciale, in cui, il pianeta richiede per la sua ascesa, il supporto di quella parte di umanità non aderente al buio che si esprime fortemente.
Per l’aiuto dei prescelti la Terra si sta ora sollevando dal buio che l’ha trattenuta a lungo, ancorata a una società che sempre più si corrompeva e precipitava…
E’ stato concesso il balzo quantico, che le ha permesso di togliere l’ancora e di viaggiare ormai, velocemente, verso tempi migliori, che vedrete…, verso una dimensione di luce e leggerezza che già dovreste avvertire in Voi designati, che avete lavorato e sofferto per questo.

E’ stata una trasformazione di voi e del tempo.Tutto corrisponde a un disegno per cui, l’Assoluto, l’entità Una, ha donato all’anima di taluni, facoltà diverse, per partecipare fattivamente al Piano, quali esecutori. 

Scendendo in questa dimensione, non potevate sapere…, per dimenticanza di Voi…, entrando nella materia, solo l’anima ne era cosciente e informava il corpo, l’intelligenza, per l’esecuzione di destini singoli programmati, che vi portavano a realizzare insieme, il destino della Terra.
Terra diventata ora importante, anzi trainante del rinnovamento che riguarda i Mondi in cammino verso dimensioni superiori al loro attuale stato, tendenti alla perfezione voluta da parte dell’Unità, sempre in atto, per correggere degenerazioni e cadute.
Chi opera per il Progetto, ben sente in sé, questa spinta alla perfezione, vissuta come, impulso amorevole o come, passione per l’armonia, la bellezza, oppure, trasporto verso musica sublime…
Tutto risponde a una risonanza cosmica con cui non avete perso il contatto, per fortuna e per sostegno al compito affidatovi.
A questo Compito non dovete sottrarvi, sono qui a ricordarvelo: lo avete chiesto – lo avete accettato!
Anche quando questo si fa pesante e vi prova, poiché il Buio è sempre in campo!
Non desistete, – chiedete aiuto, vi sarà dato! 
Lo dico perchè il tempo incalza, la velocità è in aumento, ben lo vedete nei fatti esterni e nei misfatti che si compiono…, ma anche nella Luce che avanza… tu ben la vedi, ti attraversa…
Da questi segnali emerge l’avvicinarsi della fine di questa era, che già appartiene al passato…, ma i segni distintivi sono ancora tutti qui, duri a morire, come è duro il Buio a ritirarsi… ma sta avvenendo, io lo confermo.

Tutto questo, per dire che, Vi si richiede tutta la forza fisica e spirituale necessaria ad una esplosione di energia nuova, che vi nutrirà e vi solleverà dalla fatica compiuta. 

Questo accadrà alla Terra e a quegli altri pianeti che insieme a lei compiono quest’opera di salita e perfezionamento, voluta dall’Alto, per giungere ad un nuovo livello dell’energia che li costituisce, energia che diviene vibrante, pulita e informatrice degli individui che partecipano con volontà di progresso che è ciò che contraddistingue il nuovo tempo in arrivo.

Non potete immaginare la bellezza, la maturità dei rapporti, le facoltà ottenute…, ma alcuni di voi già vivono scambi animici in cui si palesano facoltà, dialoghi, ancora qui sconosciuti.

Da ciò che hai scritto, seppure indotta, devi renderti conto che non puoi esimerti, se questo devi: decifrare un linguaggio e verità dettate dall’Unità, in parole comprensibili a Voi, soprattutto comprensibili per la vibrazione a cuori bisognosi di conoscenza come di amore.
Parlo di Amore emanato dall’universo, che vi vede, vi assiste, vi guida.
Eugenio Siragusa.

Credo sia il miglior augurio per ricominciare il nostro anno divulgativo. Dunque vi aspetto per condividere queste meravigliose verità che se accolte, possono liberarci per sempre dall’ignoranza rendendoci veramente liberi. 

Grazie Eugenio, grazie ancora perché proprio come ci avevi promesso continui a darci forza e consolazione anche attraverso i sogni e le esperienze astrali. Ricordo che in una delle ultime interviste alla domanda su cosa lo attendesse dopo la sua dipartita da questo mondo lui rispose “quando non sarò più in vita tornerò a trovarvi, vi visiterò spiritualmente, mi sognerete, il sogno è infatti un contatto astrale…”

Giuliano Falciani
 27 Agosto 2015 

 

X