Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Citazione in giudizio presentata da Matthias Rath

I CRIMINI DELL’INDUSTRIA FARMACEUTICA
In nome del popolo del Mondo
citazione in giudizio per genocidio ed altri crimini contro l’umanità perpetrati in rapporto con il “business della malattia” farmaceutico e con la recente guerra all’Iraq.
La presente citazione in giudizio è sottoposta al Tribunale Penale Internazionale da Matthias Rath
MD ed altri, in nome del popolo del mondo
L’Aja, 14 giugno 2003

La presente citazione cita in giudizio davanti alla Corte Internazionale di Giustizia (ICC) i maggiori crimini mai commessi nel corso della storia umana. Gli imputati sono accusati di aver provocato morte e danni a milioni di persone tramite il “business della malattia”, tramite crimini di guerra ed altri crimini contro l’Umanità. Questi crimini sono di competenza del Tribunale Penale Internazionale.
Gli imputati sanno che verranno ritenuti responsabili di questi crimini e, pertanto, hanno intrapreso una campagna globale per minare l’autorità del Tribunale Penale Internazionale al fine di porsi al di sopra della legge internazionale e continuare la loro azione criminale a detrimento di tutta l’umanità. Pertanto il Tribunale Penale Internazionale deve prendere in considerazione la presente citazione con la massima urgenza. Inoltre, ogni persona fisica e ogni governo sono chiamati ad unirsi nella presente citazione con l’obiettivo di porre fine a questi crimini una volta per tutte.
Le imputazioni presentate nella presente citazione riguardano due principali ambiti penali:
– Genocidio ed altri crimini contro l’umanità perpetrati in rapporto con il business farmaceutico della malattia;
– Crimini di guerra, aggressione ed altri crimini contro l’umanità perpetrati in rapporto con la recente guerra all’Iraq e l’escalation dei medesimi gruppi corporativi di investimento e dei loro cointeressati politici.
L’industria farmaceutica è stata costituita ed organizzata nel corso del 20° secolo allo scopo di assumere il controllo dei sistemi sanitari di tutto il mondo, sostituendo sistematicamente terapie naturali e non brevettabili con farmaci di sintesi brevettabili e, quindi, lucrosi. Questa industria non si è evoluta secondo schemi naturali; si è trattato, al contrario, di un’iniziativa di investimento intrapresa da un ristretto gruppo di imprenditori facoltosi e senza scrupoli.
Gli imputati sono responsabili della morte di centinaia di milioni di individui, che continuano a morire a causa di malattie cardiovascolari, cancro e altre affezioni che avrebbero potuto essere prevenute ed eliminate molto tempo addietro. Questa prematura morte di milioni di persone non è dovuta al caso né a negligenza, ma è stata intenzionalmente e sistematicamente organizzata per conto dell’industria farmaceutica e dei suoi investitori, con l’unico fine di espandere un mercato farmaceutico globale del valore di trilioni di dollari.
Il territorio commerciale dell’industria farmaceutica è il corpo umano, mentre il rientro dei suoi investimenti dipende dalla continuazione e dalla diffusione delle malattie. I suoi profitti dipendono dalla brevettabilità dei farmaci, che rendono tale industria la più lucrosa del pianeta Terra. Al contrario, la prevenzione e l’eliminazione di qualsiasi malattia riduce significativamente o annulla del tutto il mercato dei farmaci.
I governi di intere nazioni vengono manipolati o persino guidati da lobbisti ed ex dirigenti dell’industria farmaceutica. Da decenni la legislazione di interi paesi viene corrotta o infranta per favorire questo pluritrilionario “business della malattia”, mettendo così a rischio la salute e la vita di centinaia di milioni di malati ed individui innocenti.
Una precondizione per la crescita dell’industria farmaceutica in quanto proficuo business, di investimento è l’eliminazione della concorrenza rappresentata dalle terapie sicure e naturali, in quanto queste ultime non sono brevettabili e presentano margini di profitto esigui. Per di più, in virtù della loro azione sul metabolismo cellulare, queste terapie naturali possono efficacemente contribuire a prevenire ed eliminare le malattie. Come risultato della sistematica eliminazione delle terapie mediche naturali e dell’acquisizione del controllo dei sistemi sanitari della maggior parte dei paesi del pianeta, l’industria farmaceutica ha portato milioni di persone e quasi tutte le nazioni a dover dipendere dai suoi investimenti commerciali.


Per ulteriori approfondimenti consultare il sito web del Dr. Matthias Rath: http://www4.dr-rath-foundation.org/


X