Noi e le civiltà dello spazio

Nonostante le comunità scientifiche ed accademiche ancora non lo riconoscano apertamente sembra ormai innegabile che, fin dall’antichità, siamo stati visitati da esseri provenienti da altri pianeti. Numerosi sono i documenti storici che dimostrano questa verità, ripetutamente confermata anche da resoconti di uomini che sono stati contattati da esseri extraterrestri. Dalla seconda metà del secolo scorso le sconvolgenti esperienze dei “contattisti” come George Adamski, Eugenio Siragusa, Daniel Fry, Billy Meier, Howard Menger, Stefan Denaerde hanno fornito dettagli straordinari e sconcertanti sull’esistenza dei popoli di altri a pianeti e sul motivo della loro presenza sulla Terra.
Il messaggio che giunge dallo spazio ha lo scopo di stimolare un profondo senso di responsabilità per il pianeta che ci ospita e di spingerci a divenire una umanità pacifica, unita, benevola se vorremo godere di un autentico sviluppo, di un progresso e di un benessere concreti che altrimenti non conosceremmo mai. Grazie alle conoscenze etico-morali e spirituali fornite dai popoli delle stelle l’uomo del pianeta Terra avrebbe dunque l’opportunità di divenire il protagonista consapevole del proprio futuro e di superare i pericoli e le difficoltà dell’epoca buia e dolorosa che sta attualmente attraversando.

2017fri5may20:30HARBAR: DAL NUCLEARE ALLA PESTE DEI NEURONI20:30 TORINO Via Montemagno, 71 - 10149Organizzatore: Associazione SaraS

Condividi questo post

X