La vita oltre la vita: esperienze di pre-morte

esperienze-di-pre-morte_1264366159Da sempre la morte ha rappresentato un mistero per l’uomo. Nella maggior parte dei casi il pensiero della morte che inevitabilmente giungerà è spaventoso, terrificante, senza considerare la convinzione, spesso comunemente accettata, che la fine della vita terrena rappresenti la definitiva scomparsa dell’essere umano nelle profondità del nulla.
Per la scienza oggi non siamo più vicini ad una risposta al quesito dell’aldilà di quanto lo fossero migliaia di anni fa gli uomini dell’antichità.
Vi sono, tuttavia, molte persone comuni che si sono trovate in punto di morte e che hanno riportato immagini miracolose di un altro mondo, ricco d’amore e di comprensione, raggiungibile di solito tramite un’emozionante viaggio attraverso un tunnel o un corridoio luminoso.
Al ritorno sulla Terra (in seguito a stati di coma o morte apparente) queste persone non si sentono più le stesse. Questi resoconti sono oramai noti in tutto il mondo e da anni sono diventati oggetto di studio e ricerche.
Anche se da sempre in molte culture non viene considerata come la fine dell’uomo, molti ricercatori attraverso i casi di premorte, hanno trovato una valida base di partenza per poter spiegare cosa accade dopo questo misterioso evento.
Cosi le persone morte e ritornate alla vita non accettano di considerare la morte come un annullamento di sè ma piuttosto come una transizione da uno stato di essere ad un altro o l’ingresso in un più alto grado di consapevolezza o di vita.
L’uomo dovrebbe comprendere che la morte fa parte del meraviglioso mistero della vita. Essa è in qualche modo la chiave che ci apre nuovi orizzonti, che ci concede ulteriori possibilità, che ci permette di espandere all’infinito la nostra coscienza.
Dopo la nostra morte vivremo la nostra rinascita e così ancora fino a quando saremo consapevoli della nostra eternità.

 

Nessun Evento

Condividi questo post

X