Harbar: dal nucleare alla peste dei neuroni

Ogni giorno i media di tutto il mondo riportano notizie sconvolgenti di persone apparentemente normali che commettono atti criminali e sconsiderati contro gli altri e loro stessi. Sempre più spesso non si è in grado di attribuire a questi episodi nessuna spiegazione razionale e vengono liquidati come “raptus di follia”. Ma cosa scatena questi veri e propri colpi di testa improvvisi ed imprevedibili? In realtà, la causa di questo dilagante fenomeno, purtroppo in paurosa crescita, ha il nome di “Harbar”. Questo morbo attacca con sempre crescente violenza il cervello umano portando l’uomo ad annullare la propria coscienza e conoscenza e a commettere atrocità inaudite nonché atti orribili. L’Harbar, o peste dei neuroni celebrali, è stata, e continua ad essere alimentata dallo spaventoso e crescente inquinamento degli ultimi 70 anni, in particolar modo di quello nucleare, dalla radioattività, dai cibi adulterati e soprattutto dall’uso delle droghe.
Senza interventi reali che pongano efficaci rimedi a queste pericolose cause non si potrà riuscire ad ariginare la diffusione di questo virus psichico che porta lentamente alla follia totale delll’uomo terrestre.

Nessun Evento

Condividi questo post

X