Contatto con il divino, le preghiere che ricevono risposta

    
E’ stato detto “chiedete e vi sarà dato” ma se la richiesta non parte dal cuore difficilmente sarà esaudita.

“La preghiera che l’uomo rivolge a Dio è importante, non perché Dio abbia bisogno di essere riverito, ma perché tra innamorati c’è bisogno di scambio e Dio è innamorato di tutti noi” così insegnava Paramahansa Yogananda.
Sono pochi quelli che si rivolgono a Dio con propri pensieri d’amore, molti si rifanno sempre ad invocazioni ed insegnamenti che finiscono per diventare inevitabilmente aride cantilene, Dio non si commuove a sentire noiose filastrocche. Sareste contenti voi se i vostri figli vi dicessero sempre le stesse cose?
Dio non vede in noi dei mendicanti, egli ci ha creati a sua immagine, un povero può chiedere l’elemosina, ma un figlio può ricevere qualsiasi cosa da suo padre. L’importante è mettere fede in ogni nostra richiesta.
A volte possiamo rimanere delusi da preghiere non ascoltate, ma quando ciò accade, spesso è perchè quanto chiediamo non corrisponde a ciò che veramente ci serve, per cui non veniamo ascoltati.
La preghiera è la richiesta che la creatura volge al suo Creatore, attraverso la meditazione noi possiamo ascoltare la sua risposta, mentre l’azione è la vera risoluzione in quanto in essa, l’uomo manifesta la sua natura divina.
Durata: 74 minuti c.a.

Relatore conferenza: Giuliano Falciani.

Conferenza disponibile solo in CD audio

 


 

 

Condividi questo post

X
Vai alla barra degli strumenti